spettacoli

La Pagoda Nera
Teatro di strada

Spettacoli di sala

Progetti speciali

Teatro orientale

Spettacoli dimostrazione
 

Anno: 1997 / Regia: Renzo Vescovi

Lo spettacolo-dimostrazione
La particolare composizione dello spettacolo, intitolato LA DANZA DI SHIVA, lo configura come un incontro in cui gli spettatori vengono invitati del mondo del teatro-danza orientale attraverso analisi ed esemplificazioni. La struttura soddisfa dunque la doppia esigenza della comprensione della danza e della sua rilevanza nell`ambito della ricerca teatrale contemporanea e della sua funzione più libera  e generale sul piano del fascino spettacolare vero e proprio.

La danza Orissi
Questo stile di danza, deve il suo nome all`odierno stato di Orissa dell`India Nord orientale, vanta origini antichissime. Essa era nella tradizione una pratica cultuale riservata esclusivamente ad alcune sacerdotesse, le maharis, che la eseguivano, in particolare, nel corso della cerimonia quotidiana del barha singar in cui l`immagine del dio Jagannath (la divinità di Orissa cui la danza era in origine riservata) veniva preparata, sul far della sera, per il riposo notturno.
Pressoché sconosciuta in Occidente, questo tipo di danza è stata riscoperta in tempi assai recenti. Solo alla fine degli anni  Cinquanta, infatti, quattro fra i più reputati guru di Orissa, sulla base dei trattati classici e della tradizione iconografica, e con l`aiuto delle più esperte maharis, fissarono per intero il ricchissimo vocabolario della danza che da allora fu dunque conosciuta con il nome, prima inesistente, di Orissi.
In un tempo dalla sua nascita ufficiale che è quindi brevissimo, Orissi ha goduto di una espansione assai forte che ne ha fatto una delle danze classiche indiane più apprezzate e studiate in India e presso la cultura scenica del mondo intero.
Come tutte le danze classiche indiane anche Orissi, pur conservando l`impronta religiosa, è ora diventata un fatto essenzialmente artistico.



Scarica: LA PAGODA NERA_Scheda artistica