news

 

Ultima news

TTB per Il teatro è servito
Pubblicata il 16/12/2021

Inizia il 21 di dicembre “Il Teatro è servito”, la rassegna dedicata...

espandi     

  • ai bambini e ai ragazzi organizzata dal Teatro Tascabile per la nuova sala civica della Cooperativa Città alta, promotrice di questa iniziativa. Il programma prevede, oltre agli spettacoli e ai laboratori del TTB, la partecipazione di Teatro Due Mondi di Faenza, gruppo noto per l’azione sociale unita a quella didattica ed educativa e Teatrandum Associazione Culturale, gruppo di Calcinate che svolge un accurato lavoro di pedagogia rivolto principalmente ai più piccoli, secondo criteri di partecipazione e inclusività. 
    A conclusione della rassegna “Io Carmine, tu Agata”: uno spettacolo ad hoc del Tascabile per evidenziare i progetti di restauro e riqualificazione del TTB  per il Monastero del Carmine e della Cooperativa Città Alta per l’ex-carcere di S. Agata.
 

TTB per Una Pista di Ghiaccio in Città Alta
Pubblicata il 07/12/2021

UNA NOVITÀ ASSAI STRANIANTE

Da dicembre 2021 a febbraio 2022, in un...

espandi     

  • dialogo creativo con alcuni dei donors del progetto #tuoCarmine è nata l’idea di una pista di pattinaggio: una novità assai straniante, quasi un’installazione artistica, una reinterpretazione in chiave romantica del chiostro cinquecentesco. Un’opportunità per far maggiormente conoscere il Carmine e il suo programma di riqualificazione, una maniera inedita di indagare i punti di connessione tra cultura e sport, un’occasione per dare sostegno al progetto complessivo e per attivare alcuni percorsi di reinserimento lavorativo che coinvolgono ragazzi e ragazze del territorio.

    Visita: Una Pista di Ghiaccio in Città Alta
 

TTB per Il Mantello di Arlecchino
Pubblicata il 23/10/2021

IL MANTELLO DI ARLECCHINO - DALLA CIRCONFERENZA AL CENTRO

...

espandi     

  • TTB e HG80 presentano Il Mantello di Arlecchino - Dalla circonferenza al centro.

    Ogni territorio si fonda su ricchezze culturali appartenenti all’arte, alla lingua, alle persone e al loro lavoro.
    Oggi viviamo in un tempo caratterizzato dall’incontro forzato fra le culture, dall’isolamento e dalla perdita di stabilità del tessuto sociale. L’esperienza della pandemia ha acuito le problematiche legate alla distanza che separa generazioni, gruppi sociali ed etnie che si trovano a vivere in uno stesso orizzonte geografico e sociale.
    Il Mantello di Arlecchino intende avviare un processo di scambio di competenze culturali tra gli abitanti di due quartieri di Bergamo (Valtesse e Colognola), con lo scopo di mettere in moto un’interazione sociale che possa sfidare pregiudizi, divergenze di pensiero, giudizio e comportamento, riattivare legami sociali e ricomporre i micro-tessuti cittadini in un dialogo tra centro e periferie.

      Il suo titolo, piuttosto che alla maschera, fa riferimento al costume di Arlecchino: pezzette di stoffa di diverso colore e fattura cucite assieme che, nel contesto operativo proposto, assume un forte valore simbolico. Quello di Arlecchino è infatti un costume che mischia, miscela, annoda, confonde, incrocia, ricuce brandelli di stoffa vecchi e nuovi. Frammenti di diversa tessitura, natura, ma anche cultura. L’abito di Arlecchino diviene icona di un kintsugi bergamasco necessario a dare corpo e voce al nostro territorio ferito, alle fragilità su cui far leva per riprendersi, una forma di cura che può rinsaldare rapporti interrotti e trasformare le ferite causate dalla pandemia in punti di forza.
    Quattro le azioni principali del progetto che verranno tutte realizzate nei due quartieri di Valtesse e Colognola:
    - Un evento-festa: in una cornice spettacolare, artisti professionisti si presenteranno con il loro lavoro e in cambio la comunità risponderà con le differenti abilità artistiche, i propri hobby, occupazioni e mestieri.
    - Un’opera d’arte site-specific: una raccolta “porta a porta” di materiali tessili con cui realizzare, attraverso un processo collettivo guidato da artisti visuali, un manufatto artistico multicolorato e multiculturale.
    - Un “Mantello Digitale”: un’opera d’arte digitale complementare all’opera d’arte site-specific per raccogliere storie e testimonianze e sviluppare un ampio programma di comunicazione.
    - Dalla circonferenza al centro: un processo osmotico di scambio che darà spazio e visibilità alle periferie nei luoghi centrali deputati alla cultura e all’arte. Una passerella che unirà, in un cammino artistico, i quartieri al centro.

    Il Mantello di Arlecchino – Dalla circonferenza al centro è un progetto ideato da Teatro Tascabile e HG80, che prende vita e si ispira alle differenti esperienze e linee d’azione nei contesti di teatro partecipato e di progettazione in ambito socio-culturale che le due realtà hanno sviluppato durante il corso delle loro esperienze professionali. È condiviso dagli assessorati alla Cultura e Partecipazione del Comune di Bergamo e sostenuto da Fondazione Cariplo e Assessorato alla cultura del Comune di Bergamo. Al progetto collaborano Associazione Sguazzi, Fondazione Bortolaso Totaro Sponga – Miniartextil, Fotogra

    Visita: Il mantello di Arlecchino
 

TTB per MODUS VERONA
Pubblicata il 14/09/2021

 

TTB per ARTLAB
Pubblicata il 07/09/2021

Torna anche quest`anno l`appuntamento con Artlab nella sede del TTB dal 22 al 25...

espandi     

  • settmbre. ArtLab è la piattaforma indipendente italiana dedicata all’innovazione delle politiche, dei programmi e delle pratiche culturali; con l’edizione 2020 ha avviato un ciclo di eventi che affiancherà Bergamo e Brescia verso il 2023 quando saranno Capitali italiane della cultura, contribuendone al percorso di progettazione partecipata e trasversale.

    L’orientamento all’innovazione delle pratiche e delle politiche in una dimensione cross-settoriale e internazionale, elemento distintivo del programmazione di ArtLab, caratterizzerà i temi della tappa 2021: il welfare culturale, il ruolo dei settori culturali e creativi nella rigenerazione delle città e dei territori per lo sviluppo sostenibile, il ripensamento dei luoghi e delle organizzazioni, le opportunità e le condizioni per l’utilizzo dell’intelligenza artificiale e della digitalizzazione. E ancora il confronto con Parlamento e Governo su tutele e diritti delle professioni culturali e sui programmi del PNRR.

    Visita: Artlab 2021
 

ARCATE D`ARTE - Il chiostro in scena / Da Maggio a Ottobre
Pubblicata il 07/05/2021

DAL NIENTE, QUALCOSA
Riprendono, da maggio ad ottobre, le...

espandi     

  • attività di Arcate d’arte. Consonanze di teatro, cultura e arte in forma ridotta e nel rispetto delle regole. Arcate d’arte è la manifestazione estiva curata dal Tascabile per la promozione del Monastero del Carmine in quanto luogo di condivisione per la ricerca, la formazione, la produzione artistica, in una prospettiva internazionale e multidisciplinare.
    Quest’anno, nel chiostro del Monastero verranno presentati gli spettacoli di repertorio del Tascabile e le attività delle manifestazioni bergamasche che tradizionalmente trovano sede al Carmine: Festival Orlando, Contemporary
    Locus, FDE Festival Danza Estate, Fotografica. Festival di Fotografia Bergamo.

    Nella cornice del progetto #tuoCarmine, durante Arcate d’arte – Il chiostro in scena, l’Associazione Culturale Guide Turistiche Città di Bergamo proporrà delle visite guidate del Monastero del Carmine. Prima degli spettacoli del TTB sarà possibile visitare gli spazi riqualificati negli scorsi mesi e scoprire storie e racconti legati a tutti gli spazi dell’intero complesso monastico.

    Visita: Scopri il programma ed acquista i biglietti
 

TTB per #tuoCarmine / Sostenere il teatro è semplice e non costa nulla
Pubblicata il 03/05/2021

È possibile devolvere per la ripresa delle attività del TTB al Carmine il...

espandi     

  • 5xmille individuando lo spazio dedicato nel 730, modello unico o CU.
    Firma nel riquadro “Sostegno alle organizzazioni non lucrative...” e inserisci il nostro codice fiscale: 00516830163.
    Nel 2020, nonostante l’emergenza sanitaria, il lavoro del Tascabile non si è fermato. Per la città di Bergamo, in collaborazione con l’Assessorato alla cultura, il TTB ha coordinato il lavoro di 16 fra compagnie e singoli attori professionisti che, in 40 cortili di 20 quartieri, hanno presentato 106 azioni teatrali, all’interno del progetto Affacciati alla finestra.
    Per il 2021, prevedendo il ritorno ad una forma di “quasi normalità”, il Tascabile presenterà un nutrito numero di spettacoli del suo repertorio e accoglierà le attività di Festival Danza Estate, Contemporary Locus, Orlando e Fotografica - Festival di Fotografia Bergamo.

    Visita: Maggiori informazioni
 

TTB per LA CULTURA CURA
Pubblicata il 10/11/2020

Il 2 novembre è stato pubblicato il manifesto “La Cultura Cura”,...

espandi     

  • promosso da Alleanza delle Cooperative Italiane e dalle principali sigle del mondo della cultura italiana a sostegno degli operatori e dei lavoratori del comparto culturale nazionale colpiti dall’emergenza.
    Il Tascabile aderisce e rilancia l’appello, concorde sulla necessità di richiedere un’attuazione immediata delle misure ristoratrici e sull’importanza di definire una strategia condivisa in vista di una riapertura che punti sulla centralità della funzione sociale, economica e democratica che quotidianamente il comparto artistico svolge nei territori.

    Visita: Testo manifesto
 

TEATRO: UN FUTURO POSSIBILE
Pubblicata il 07/04/2017

Dall’intesa tra TTB, Comune di Bergamo e privati prende il via il progetto di...

espandi     

  • recupero di alcuni spazi del Monastero del Carmine, sede del Tascabile dal 1996. Grazie agli interventi, il Carmine sarà sempre più luogo internazionale di condivisione per la ricerca, la formazione e la produzione artistica, in linea col progetto culturale sviluppato dal TTB da oltre 40 anni e nel solco delle più avvertite esperienze europee.
     
    I primi interventi riguarderanno la sala teatrale che diverrà "Teatro Renzo Vescovi" (fondatore del TTB) e la sala del Capitolo che, grazie al sostegno di Suntrading Sunsaving e in collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo, sarà destinata alla consultazione del Fondo librario Renzo Vescovi.

    Visita: Il progetto / Sito Artbonus: sostieni il progetto
 

TTB per BERGAMO / #5 una grande avventura comune
Pubblicata il 16/06/2020

Condividiamo l’ultimo racconto dedicato alla storia del TTB e del suo legame con la...

espandi     

  • città di Bergamo.
     
    TTB per BERGAMO / #5 UNA GRANDE AVVENTURA COMUNE

    RAIMONDO LATINI: Un teatro può dare molto a una città. Ma è vero anche che un teatro può vivere solo se è amato e aiutato dalla città. Un teatro è un dialogo vivente, tra chi lo fa e chi ne beneficia. Il primo intervento di supporto al Teatro Tascabile lo abbiamo fatto qualche anno fa. Eravamo sei o sette amici del TTB, amici privati, non esisteva ancora il progetto di Partenariato. Noi semplicemente volevano dare aiuto a un gruppo che stimavamo e che seguivamo da tanti anni, che secondo noi ha fatto molto per Bergamo. Poi è arrivato il progetto di restauro del Carmine. All’inizio sono stato perplesso. Mi ha convinto l’idea che tra TTB  e Comune  ci fosse un impegno ventennale: chi contribuisce finanziariamente lo fa con la garanzia che il teatro che intende supportare potrà lavorare in questi spazi per molti anni. Oggi ho la grande soddisfazione di vedere che i lavori sono partiti e la speranza che altri possano comportarsi in maniera analoga. Questo è il mio auspicio e non vedo l’ora di vedere i primi spettacoli, l’anno prossimo, in questo teatro rimesso a nuovo.
    (Raimondo Latini è morto per Coronavirus il 6 aprile 2020. Il TTB lo ricorda con affetto, nostalgia e riconoscenza).

    ERMINIA CARBONE: Mi preme sottolineare, come capo dell’ufficio patrimonio, che noi e TTB siamo “nati partner”: c’è stata sempre una notevole comunicazione tra noi e sono contenta di essermi trovata al posto giusto nel momento giusto. Lo strumento che ci ha consentito di lavorare veramente in partnership è stata l’istituzione del Tavolo Tecnico: abbiamo potuto sederci allo stesso tavolo, noi come ufficio amministrativo, la Soprintendenza, il TTB,  l’ingegnere Matteo Ranghetti, progettista,  e abbiamo esaminato i contratti con le imprese che hanno assunto il lavoro, abbiamo esaminato i progetti con i tecnici del Comune, sempre. Il fatto poi di esserci riusciti con impegno reciproco… non vi dico quante volte è andato avanti e indietro lo schema di atto convenzionale col TTB, finché l’abbiamo veramente condiviso in tutto e per tutto. Lo dico senza retorica, sono orgogliosa di avere lavorato a questo progetto.

    SIMONA BONOMELLI: Chi mi conosce bene sa che una delle mie forti convinzioni è che per “vivere ti deve battere il cuore” … entrando al TTB è inevitabile che il cuore batta forte, perché è un luogo incantato, ricco di persone che ti emozionano e che ti sanno comunicare che far teatro non significa solo fare spettacoli e cultura, ma sviluppare il sapere del proprio territorio, attraverso la cura di un luogo e dell’intera comunità che gli appartiene.

    EZIO DELIGIOS: Il cinema, il teatro, quei luoghi bellissimi che sino a poco tempo fa davamo per scontati, oggi sembrano lontani e irraggiungibili. E soffrono. E avranno bisogno di tutto il nostro aiuto quando ci risveglieremo da questo incubo.  Voglio parlare di un piccolo gioiello della cultura bergamasca, il TTB. Nel cuore di Città Alta, attraversando uno splendido passaggio solo poco tempo fa riaperto al pubblico, si raggiunge un chiostro dove la magia del teatro ci travolge in mille modi diversi. Ma da quel luogo raccolto e caro il TTB “per le vie si spande” e celebra con i bergamaschi gli eventi importanti della città. Speriamo di tornare presto a vedere Arlecchino e tutti gli altri personaggi del TTB nelle loro stanze al Carmine e nelle piazze della città.

    SILVIA BALDIS: Ora stiamo lavorando nell`ala cinquecentesca del complesso, nei locali attigui al bellissimo refettorio che contiene il più importante ciclo decorativo sopravvissuto con le raffigurazioni dei beati e santi Carmelitani racchiusi in oculi dipinti. Gli interventi di discialbo che stiamo completando porteranno alla luce gli intonaci originali delle volte e delle pareti. Prenderci cura di questi spazi ci da la sensazione di contribuire nel nostro piccolo a far sì che il Carmine continui ad essere un luogo prezioso.

    RAIMONDO LATINI, Ingegnere
    ERMINIA CARBONE, Dirigente al Patrimonio del Comune di Bergamo
    SIMONA BONOMELLI, Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bergamo
    EZIO DELIGIOS, ragioniere commercialista
    SILVIA BALDIS, restauratrice
     
    PARTENARIATO SPECIALE PUBBLICO-PRIVATO:
    Siamo partiti dal presupposto che il monastero del Carmine non deve essere solo un contenitore di eventi, ma uno spazio di relazione in cui le persone possano riconoscersi in quanto comunità. E’ nato così il progetto di recupero e valorizzazione che si è potuto sviluppare grazie ad un accordo di Partenariato speciale pubblico-privato, cioè grazie ad una alleanza progettuale e programmatica tra TTB e Amministrazione. E’ il primo accordo di questo genere in Italia e traccia una strada nuova e importante: un privato che con il suo lavoro e la sua forza si impegna nel recupero e sviluppo culturale di un bene pubblico, coinvolgendo cittadini, associazioni e imprese.  Lo scopo, divenuto comune, è una matrice per la cultura e per la vita futura.

    #TuoCarmine
     
    DIDASCALIA IMMAGINE:
    Carmine, TTB performance, 2016, photo Gian Franco Rota
 


 
 
 
Facebook Linkedin Instagram Youtube Twitter Wikipedia